F:A.R. recensione su Blow Up


F:A.R. recensiti da Vittore Baroni! BLOW UP giugno 2017

ITALIANO INDUSTRIALE 
F:A.R. Mechanics & Music (nastri ’81-’85) • CD Again – Der Klang – Luce Sia • 19+14t-76:58+76:37

Dopo Officine Schwartz, Detonazione e Gronge, la Again Records (in cordata con Der Klang e Luce Sia) continua l’opera di recupero di fondamentali formazioni sperimentali degli Ottanta. È la volta dei F:A.R. di Savona, cangiante collettivo multigender guidato da Mauro Guazzotti (poi MGZ), tra i primi in Italia a fornire una personale versione del suono “industriale” alla CV/TG, ibridando il rumorismo e i cut-up di nastri ed elettronica specifici del genere con una fisicità di derivazione punk (soprattutto nelle esagitate interpretazioni vocali) e con imprevedibili deviazioni dal kraut-rock (vedi l’incipit di F.V. Awakening) al lounge pop (No Future), dall’astrazione più temeraria (New Dawn) a folli parossismi di tribalismo elettronico (Fedelissimo Elogio Primordiale). Da tempo si attendeva la riproposta delle storiche registrazioni del gruppo e qui si inizia dalla ristampa integrale delle prime tre cassette Duello Sul Cervello, Final Alternative Relation e Prosthesis – Lust (seguiranno, ci auguriamo, i vinili ufficiali usciti per Amen e Minus Habens). Niente bonus o inediti, ma in ogni caso materiale in quantità da (ri)ascoltare con attenzione, per cogliere intuizioni e peculiarità di questo “laboratorio” in progress, capace da subito di elaborare un suo linguaggio distintivo, descrivendo i più foschi incubi distopico-tecnologici con sofferta, psicotica e grottesca carica emozionale. (7/8) Vittore Baroni

Advertisements